I possibili EoW

La disciplina relativa alla cessazione della qualifica di rifiuto, definita anche come end of waste (EoW), è stabilita dal 25.12.2010 dall’art. 12 comma 1 del D.Lgs.205/2010 con l’introduzione dell’art. 184 ter del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152.Le recenti modifiche apportate all’articolo 184 ter dalla legge 14 giugno 2019, n. 44 (conversione in legge del … Leggi tutto

Gli EoW predefiniti

Allo stato attuale gli unici rifiuti individuati per i quali è possibile ipotizzare che una voltarecuperati cessino di essere considerati tali ai sensi dell’articolo 184-ter, comma 2, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 , sono quelli per i quali è previsto il recupero in procedura semplificata in forza degli articoli 214 e 216 … Leggi tutto

Precetti per classificare i rifiuti con codici a specchio

Se si considerano i diversi punti della recente sentenza della Corte di Cassazione( Cass. Sez. III n. 42788 del 21 novembre 2019 – Ud. 9 ott 2019) essa per un tecnico risulta rilevante più che per il suo contenuto giuridico per il messaggio precettivo e nel contempo didascalico che essa contiene. La sentenza infatti non … Leggi tutto

Una norma di troppo

I rifiuti contenenti amianto sono rifiuti pericolosi assoluti e non necessitano di ulteriori caratterizzazioni per essere classificati. Premessa A seguito degli eccezionali eventi sismici di agosto 2016 furono emanati specifici atti normativi per assicurare l’allontanamento delle macerie, garantendo: la rimozione delle situazioni di rischio; la messa in sicurezza delle aree interessate dagli eventi calamitosi; la … Leggi tutto

La classificazione delle acque di dilavamento

Ad ogni acqua di dilavamento per essere classificata correttamente deve essere applicato il codice CER che gli compete e non un codice generico che non identifichi la sua origine e le sue caratteristiche e cioè, utilizzando la frase idiomatica, non si può fare di tutte le erbe un fascio, applicando indiscriminatamente a tutte le acque … Leggi tutto

Un comportamento ragionevole

In data 28 marzo 2019 la Corte di Giustizia dell’Unione Europea (Decima Sezione) ha emesso la sentenza relativa alle domande di pronuncia pregiudiziale proposte, ai sensi dell’articolo 267 TFUE, dalla Corte suprema di cassazione (Italia), con ordinanze del 21 luglio 2017, pervenute in cancelleria il 10 agosto 2017, relativa alle cause riunite da C-487/17 a … Leggi tutto

Quali fanghi per l’ agricoltura?

Mauro Sanna Numerosi sono gli elementi  che vengono considerati  ed illustrati in modo puntuale nella sentenza della Corte di Cassazione, Sez. III  R.G.N. 47061/2016  del 31/01/2017, tanto che essa di fatto viene a costituire una sorta di di manuale (definizione riduttiva di comodo) da seguire  per tutti coloro che intendano procedere in modo corretto  alla … Leggi tutto